UMBERTO CHIODI – LUCIO FONTANA 

Milano Drawing Week 2023

Opening: 25.11.2023 – h: 14.30 / 20.00
On view: 26.11.2023 – 16.02.2024

ITAENG

OPR Gallery è lieta di presentare la sua nuova mostra in programma, nata dalla collaborazione con la Collezione Ramo in occasione della Milano Drawing Week. Per l’occasione, OPR Gallery presenta il lavoro di Umberto Chiodi in dialogo con un’opera di Lucio Fontana, proveniente dalla Collezione Ramo. 

Umberto Chiodi presenta un progetto sviluppato in tre capitoli, ognuno dei quali raccoglie una serie di disegni (44 in totale) su carta di diverso formato, realizzati nel 2023. L’artista usa tre soggetti di carattere enciclopedico – i fiori, l’alfabeto, gli animali – per indagare diverse possibilità del linguaggio del disegno e le relazioni di questo con lo spazio del supporto e dell’ambiente.  

Il primo capitolo è dedicato ai fiori e alla loro condizione di “natura morta” in un vaso. Si tratta di otto disegni a pennino e tempere rosse. Questo soggetto della pittura di genere viene usato dall’artista per riflettere sui rapporti fra contenuto e contenitore, dove, per analogia, la vita della pianta nel vaso è la vita del disegno nei confini del foglio. Sono lavori in cui Chiodi forza la retorica della rappresentazione alla ricerca di soluzioni che suggeriscono inedite tensioni e legami fra le parti.  

Il secondo capitolo è dedicato all’alfabeto, nell’ordine QWERTY delle tastiere dattilografiche. L’installazione (Enigma) è composta da 28 disegni ad inchiostro e matite colorate. Sono illustrate, attraverso un ricco immaginario, 26 lettere più punto interrogativo ed esclamativo.  I soggetti di ogni carattere suggeriscono la possibilità di infinite narrazioni, attraverso la composizione di parole. L’opera è affiancata al disegno di Lucio Fontana “Senza titolo, (Macchine 1899 Olivetti)”, un bozzetto pubblicitario ad inchiostro, che Fontana realizzò per l’Olivetti nel 1938/39.  Quest’opera, scelta da Umberto Chiodi, è stata prestata dalla Collezione Ramo di Milano, in occasione della Milano Drawing Week.  

Il terzo capitolo è dedicato agli animali. Si tratta di un intervento site specific composto da otto grandi disegni a matite colorate su carta e un disegno parietale che li completa.  La continua sovrascrittura della forma degli animali è il risultato di un’esperienza performativa che esaurisce la rappresentazione al fine di occuparsi del gesto, dello spazio, della composizione, del colore. Chiodi seziona lo spazio architettonico della sala, creando con delle linee verticali a grafite su muro, una griglia che scandisce l’intervallo fra le carte, una gabbia segnica dalla quale sembrano evadere le figure e l’energia cangianti.   

 

 

Biografia 

Umberto Chiodi, nato a Bentivoglio (Bologna) nel 1981. Diplomato all’Accademia delle Belle arti di Bologna, nel corso di Pittura. Le prime mostre personali sono state presentate dalla galleria Studio d’arte Cannaviello (Milano), dalla Galleria Michael Schultz, (Berlino), dalla National Gallery of Fine Arts di Sophia. Ha partecipato a mostre collettive in Italia e all’estero, presso Palazzo Reale a Milano, Mart di Rovereto, Museo d’arte contemporanea di Lissone (MB), Museo d’arte contemporanea della Repubblica di San Marino, State Institute of culture di Sofia.  E’ stato finalista al Premio Cairo nel 2011, (Museo della Permanente – Milano), fra i vincitori al Premio Michetti nel 2012. Le sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero: Collezione Bertolini, Museo del ‘900 (Milano), Mart (Rovereto), Museo Michetti (Francavilla al Mare – CH), JP Morgan Chase Art Collection (New York), Università degli studi di Trieste.  E’ docente di Fenomenologia del corpo alla Libera Accademia di Belle Arti (LABA) di Brescia, e di Disegno per la pittura all’Accademia Galli di Como.  Vive e lavora a Milano dal 2007. 

OPR Gallery is pleased to present its newest scheduled exhibition, born from a collaboration with the Ramo Collection on the occasion of Milan Drawing Week. For the occasion, OPR Gallery presents the work of Umberto Chiodi in dialogue with a work by Lucio Fontana from the Ramo Collection. 

Umberto Chiodi presents a project developed in three chapters, each collecting a series of drawings (44 in total) on paper of different formats, made in 2023. The artist uses three subjects of encyclopedic character – flowers, the alphabet, animals – to investigate different possibilities of the language of drawing and its relations to the space of the support and the environment.  

The first chapter is devoted to flowers and their condition as “still life” in a vase. It consists of eight nib and red tempera drawings. This subject of genre painting is used by the artist to reflect on the relationships between content and container, where, by analogy, the life of the plant in the vase is the life of the drawing in the confines of the paper. These are works in which Chiodi forces the rhetoric of representation in search of solutions that suggest unprecedented tensions and links between the parts.  

The second chapter is devoted to the alphabet, in the QWERTY order of typing keyboards. The installation (Enigma) consists of 28 drawings in ink and colored pencils. Illustrated through rich imagery are 26 letters plus question mark and exclamation point.  The subjects of each character suggest the possibility of endless narratives, through the composition of words. The work is juxtaposed with Lucio Fontana’s drawing “Untitled, (Machines 1899 Olivetti),” an ink advertising sketch that Fontana made for Olivetti in 1938/39.  This work, chosen by Umberto Chiodi, was lent by the Ramo Collection in Milan, on the occasion of Milan Drawing Week.  

The third chapter is dedicated to animals. It is a site-specific intervention composed of eight large colored pencil drawings on paper and a wall drawing that completes them.  The continuous overwriting of the shape of the animals is the result of a performative experience that exhausts representation in order to deal with gesture, space, composition, and color. Chiodi dissects the architectural space of the room, creating with vertical graphite lines on wall, a grid that marks the interval between the papers, a sign cage from which the iridescent figures and energy seem to escape. 

 

 

Biography 

Umberto Chiodi, born in Bentivoglio (Bologna) in 1981. He graduated from the Academy of Fine Arts in Bologna, in Painting. First solo exhibitions were presented by Studio d’arte Cannaviello gallery (Milan), Michael Schultz Gallery, (Berlin), National Gallery of Fine Arts in Sophia. He has participated in group exhibitions in Italy and abroad, at Palazzo Reale in Milan, Mart in Rovereto, Museum of Contemporary Art in Lissone (MB), Museum of Contemporary Art of the Republic of San Marino, State Institute of culture in Sofia.  He was a finalist at the Cairo Prize in 2011, (Museo della Permanente – Milan), among the winners at the Michetti Prize in 2012. His works are in private and public collections in Italy and abroad: Bertolini Collection, Museo del ‘900 (Milan), Mart (Rovereto), Michetti Museum (Francavilla al Mare – CH), JP Morgan Chase Art Collection (New York), University of Trieste.  He teaches Phenomenology of the Body at the Free Academy of Fine Arts (LABA) in Brescia and Drawing for Painting at the Galli Academy in Como.  He has lived and worked in Milan since 2007. 

Ph: Marco Cappelletti